Vacanze in Tunisia: le più belle località di mare

La Tunisia con i suoi più di mille chilometri di coste, una media di quasi trecento giorni di sole all’anno, rappresenta una delle mete migliori per una vacanza su spiagge bellissime e un mare dall’aspetto quasi caraibico. A rendere particolarmente appettibile un viaggio in queste zone è la vicinanza all’Italia ed un’offerta di voli low cost molto ricca. La località forse più famosa è Djerba, nel golfo di Gabes. Spiagge enormi, bianchissime abbracciate da palmeti rendono questa località un vero gioiello del Mar Mediterraneo. Bianche dune fanno da cordone a sensuali lagune in cui il clima e i profumi creano un’atmosfera da sogno. A metà strada tra Mediterraneo e oriente questa località offre strutture recettive di ogni livello e prezzo, arricchite dalla possibilità di praticare soprattutto golf ed equitazione. Ma a Houmt Souk, capoluogo della località è anche possibile ammirare i tipici menzel, costruzioni dai classici tetti a forma di cupola.

Poco a sud si trova la altrettanto meravigliosa Monastir. La strada panoramica porta a spiagge dalla bellezza ancora intatta, come la stupefacente Cap Monastir, di fronte alla quale si trovano le piccole isole di Sidi El Gadamsi, Lostaniah e la riserva naturale dell’arcipelago di Kuriate. Dopo una indimenticabile giornata di mare vale la pena visitare la medina con le sue mura, la moschea e il monastero fortezza chiamato Ribat. Proprio sul lato opposto di questa fortezza, si trova la spiaggia più bella, con una piccola baia delimitata dal porticciolo da una parte e dall’isola di El Kebira dall’altra. Monastir in passato era un piccolo villaggio di pescatori diventato oggi un centro turistico di ottima qualità senza aver perso le atmosfere suggestive e i colori caldi dei suoi vicoli.

Altra località, forse fin troppo famosa ma non meno bella e suggestiva è Hammamet. Città costiera, amata anche da scrittori come Oscar Wilde e Flaubert avvolge con il profumo dei gelsomini. Il suo centro storico presenta un’architettura composta prevalentemente da case bianchissime e basse ornate da merlature colorate.

Tra Hammamet e Monastir si trovano altre località marittime come Port El Kantaoui che accoglie dando l’impressione di trovarsi in un enorme giardino di gelsomini, oleandri e bouganville. Forse la località più elegante di tutta la costa. Meritevole di una vacanza è assolutamente la località di Sousse con la sua medina che, davanti al mare assume un colore quasi dorato, il souk e un dedalo di stradine piene di suoni e odori. Di origine fenicia, divenne poi un dominio cartaginese e in seguito, dopo le guerre puniche, colonia romana. Conobbe anche la dominazione bizantina e normanna e di questi periodi restano molti monumenti.

Mahdia, località che sta conoscendo un crescente interesse, offre quello che a detta di molti, è il tratto di mare più bello di tutta la Tunisia. Anche qui la medina e il souk rappresentano il cuore pulsante, la vita palpitante del luogo. Tra i vicoli si trovano botteghe di orafi, fabbri e erboristi che abbracciano con i rumori e i profumi tipici della loro attività. Resti dell’impero romano sono presenti nella regione degli ulivi, in cui si trova l’anfiteatro El Jem.

Andiamo ora a Tabarka, cittadina delimitata dal mare e da un paesaggio montuoso ricco di vegetazione. È forse il luogo che presenta le coste più variegate, in cui picchi di roccia si alternano a spiagge lunghissime. È il posto ideale per gli amanti delle immersioni che possono godere di fondali protetti. In passato la località era famosa per la produzione del corallo e del sughero.

Nabuel è un’altra piccola perla della costa mediterranea tunisina. La ricca produzione artigianale permette l’acquisto di oggetti di fabbricazione locale come vasi, piastrelle in ceramica, stuoie di giungo e distillati di fiori. Anche qui merita passeggiare lentamente per la medina, affiancata da case antiche affacciate su meravigliosi patii.

Non lontano da Djerba troviamo Zarzis la cui natura turistica sta correndo a gran velocità. Le lunghe spiagge e gli alberghi che stanno sorgendo offrono sistemazioni per tutte le tasche. Il clima rende visitabile la località praticamente per tutto l’anno; e se per la vita di mare la stagione va da primavera ad autunno inoltrato, l’inverno è la stagione ideale per fare di Zarzis il punto di partenza per bellissime escursioni a Ksar e Gorphas con i meravigliosi antichi villaggi berberi.