Marsa Matrouh in Egitto

Sebbene le località di mare più conosciute dell’Egitto si trovino sulle coste del Mar Rosso, anche la costa che si affaccia sul Mar Mediterraneo offre occasioni per una vacanza balneare tutt’altro che trascurabile. Una località fra tutte merita assolutamente una visita: stiamo parlando di Marsa Matrouh, situata a circa 500 chilometri dal Cairo e a 300 da Alessandria. Questa località offre diverse possibilità di alloggio a prezzi decisamente inferiori rispetto alla gettonatissima e sfruttata Sharm el Sheikh e regala paesaggi di notevolissima bellezza con le sue coste a tratti rocciose alternate a tratti di mare dall’aspetto di bacini lagunari. Rappresenta inoltre un ottimo punto di partenza per chi voglia visitare l’oasi di Siwa nel deserto libico.

Tra le spiagge che si affacciano sulla costa nord dell’Egitto da vedere assolutamente la bellissima spiaggia Ageeba Beach, a pochi chilometri da Marsa Matrouh. Una spiaggia ancora selvaggia, con piccoli anfratti scavati direttamente nella roccia e un mare blu, cristallino che non ha nulla da invidiare ai mari caraibici. Un luogo assolutamente godibile da fine maggio ad ottobre inoltrato.

La costa mediterranea è una zona ancora in fase di sviluppo per quanto riguarda il turismo che ha visto concentrare i maggiori investimenti e le maggiori offerte dei tour operator sulla costa ovest. Ma, piano piano sta facendo registrare un crescente interesse. La zona attorno ad Alessandria ha sempre avuto una vocazione turistica interna, rivolta cioè agli stessi egiziani; ma Alessandria stessa sta vivendo una fase di promozione piuttosto massiccia da parte degli operatori del settore che stanno riuscendo a farla conoscere anche agli amanti del mare stranieri.

Certo ancora oggi molti tratti di costa mediterranea sono poco appetibili al turista straniero, essendo dominio della popolazione locale: e questo non è assolutamente un problema di etnie ma semplicemente di norme comportamentali e di abbigliamento che, per un turista occidentale, sono decisamente poco applicabili. ma nonostante ciò vi sono veri gioiellini come la Mamoura Beach e la King Ranch, entrambe non lontane da Alessandria stessa.

Spostandosi verso ovest si trova il resort di Agami, da qualcuno ribattezzata la Saint Tropez d’Egitto e Sidi Kreir, zone in cui stanno piano piano sorgendo strutture ricettive che, pur nella loro semplicità, possono rappresentare una vacanza un po’ diversa da quelle offerte dallo spettacolare Mar Rosso. Non lontano da qui si arriva in una zona decisamente appartata, quella attorno al villaggio di Sidi Abdel Rahman. Beh, il villaggio non ha granché da offrire ma le spiagge attorno, bianche e di sabbia finissima e un mare limpidissimo ne fanno una delle zone più belle di questa costa. Da anni meta dei turisti egiziani sta vivendo un periodo di curiosità anche da parte degli stranieri. Un’altra località ad ovest di Alessandria è Marakia, con le sue spiagge bellissime e un mare decisamente cristallino, molto frequentato dagli amanti del surf.

Certo è una zona che deve ancora investire per perfezionare le tipologie di offerta ma ha, indubbiamente, buone potenzialità e già ora ci sono sistemazioni e attrattive per trascorrere una piacevole vacanza senza gli inconvenienti del turismo di massa o, per lo meno, quello occidentale. Forse anche per le vicende storico politiche di alcune zone, come il Sinai del Nord che non ha ancora sviluppato il suo enorme potenziale, sebbene molti egiziani lo abbiano scelto come luogo di vacanza. Anche qui ci sono spiagge bellissime e alberghi discreti che però non sono ancora diventate una meta turistica molto richiesta. Magari un’occasione per conoscerla.