Cannes e la sua “Croisette”

Si racconta che tutto sia iniziato per colpa di Simone Silva, attrice francese nata a Il Cairo. Morta giovanissima l’attrice partecipò ad appena una dozzina di pellicole, ma ciò per cui verrà sempre ricordata è quel primo tocco di atmosfera esotica e sensuale che portò ad uno dei Festival Cinematografici più famosi al mondo: Cannes. Era il 1954 e la giovane attrice pensò bene di farsi fotografare sulla Croisette in topless, accanto ad un sorpresissimo Robert Mitchum: da allora il Festival di Cannes (che esisteva già da 8 anni, ma non aveva ricevuto molti riconoscimenti, nonostante la proiezione di ottime pellicole) iniziò ad essere rconosciuto nel mondo come “la mecca del glamour e della fantasia”, dove Sofia Loren, Brigitte Bardot o Kirk Douglas lasciarono estasiati centinaia di fans.La celebre località della Costa Azzurra gode di delle più belle spiaggie di sabbia fina della Francia: La Croisette, lunga circa 2km e delimitata da un bel lungomare costellato di palme. In realtà questo bel litorale non è stato sempre legato al mondo del cinema: il nome stesso – Croisette – ad esempio non fa riferimento a nessun film (come invece si disse in passato), ma ad una piccola croce oggi demolita, che anticamente si trovava sul punto estremo della baia di Cannes. Il lungomare invece venne costruito nella prima metà del XX secolo, ripercorrendo un antico sentiero che costeggiava il mare. Con la realizzazione del lungomare ci si rese subito conto che la baia di Cannes poteva diventare uno dei luoghi turistici più belli d’Europa, e si diede inizio quindi alla costruzione di Hotel di Lusso, e palazzi pensati per ospitare la nobiltà europea. L’atmosfera di Belle Époque divenne la nota distintiva di questo luogo magico.

porto di Cannes

Particolarmente suggestive sono le prime ore del giorno, quando la Croisette è ancora vuota, e la sabbia sembra un fine tappeto che si perde nell’azzurro del mare. La maggior parte della spiaggia è oggi divisa in aree private, spesso appendici degli hotel che si affacciano sul mare. Negozi di lusso, eleganti ristoranti e caffè, terrazze con piscina e vista sul mare si susseguono sulla promenade più sofisticata di Francia (con buona pace di Fauburg Saint-Honoré, che – secondo i parigini – ne è il proseguimento): tentazioni irresistibili, che si affacciano su un Mar Mediterraneo che qui sembra esplodere nel suo più brillante turchese. La Croisette ospita, tra l’altro il Palm Beach, uno dei più famosi casinò al mondo, i cui clienti dispongono di “parcheggio privato” per lo yacht.

Due sono i porti sulla Croisette: il Porto Vecchio, che prosegue naturalmente nel boulevard, ed il Pierre Canto, più piccolo e riservato ai VIP ed alle personalità in visita.

Cannes però non è solo lusso e mondanità: la Cattedrale di Notre Dame de Bon Voyage, ad esempio è stata ribattezzata “la sagrada familia francese”, perchè proprio come quellla spagnola, e stata portata a termine in tempi diversi (iniziata nel 1580 e solo recentemente ristruttutrata e terminata). I giardini di Cannes (pubblici e privati) sono vere e proprie chicche della botanica ed i mercati all’aperto una continua scoperta. Nella parte più occidentale di Cannes si trova Cannes-La-Bocca, un quartiere che sembra uscito da una cartolina della Provenza, e rinomato soprattutto (e curiosamente) per il boulodrome.

A completare la magia di questo luogo le isole Lérins, ed in particolare l’Isola di Margherita, circondata da mura spettacolari, dove nel secolo XVII venne imprigionato “l’uomo dalla maschera di ferro”, la cui storia ha ispirato letteratura e cinema. Sì di nuovo il cinema: impossibile scordarsene a Cannes.

Racconta una leggenda che anni fa due grandi dive di Hollywood arrivarono alle mani in pieno boulevard…e non esattamente per colpa di un uomo. Il motivo del contendere era la “Suite des Oliviers”, dove entrambe pretendevano alloggiare. Per quanto bizzarro possa sembrare, dobbiamo ricordare che la camera in questione è una delle più esclusive dell’Hotel Martinez, inaugurato in piena crisi del ’29 da Emmanuel Martinez, e da sempre adorato da star del cinema e VIP (da Tim Burton a Penelope Cruz o Woody Allen). Nel 2003 venne ristrutturata la splendida entrata e migliorati la spiaggia privata (la Zplage – la più estesa della Croisette) ed il ristorante La Palme d’Or, diretto da Christian Willer (chef a due stelle Michelin).

Del 1911 è invece l’ InterContinental Carlton Cannes, un hotel che ha saputo mantenere intatta tutta la magia della Belle Époque e scenario di famosi film, tra cui in particolare di “Caccia al ladro” di Hitchcock, e, testimone dell’incontro tra Ranieri di Monaco e Grace Kelly. Chiude il triangolo d’oro della Croisette l’ Hotel Majestic Barrière, dai raffinati arredamenti color champagne.

La Costa Azzurra, la Croisette e Cannes – l’allegra, divertente, cosmopolita Cannes