Vacanze in Croazia: isola di Brac, Hvar, isole Pakleni, isola Vis e  Mlijet

Proseguiamo il nostro viaggio nel Mediterraneo e andiamo in Croazia. Sebbene ci siano moltissime località, ricche di storia e di vestigia di un passato che ha pochi confronti dal punto di vista architettonico e urbanistico, visto l’imminenza della stagione estiva, privilegiamo ancora il mare. Quindi partiamo per le nostre vacanze in Croazia, verso alcune isole: per l’esattezza l’isola di Brac, l’isola di Hvar, le isole Pakleni, l’isola Vis e l’isola Mlijet. Comincia il viaggio. L’isola di Brac contiene al suo interno un vero gioiello e cioè la bellissima Bol, il cui centro storico si snoda attraverso piccoli vicoli e splendide casette in pietra. ma la vera punta di dimante del luogo è la spiaggia di Zlatni Rat, lingua di terra di ciotoli bianchissimi la cui forma è modellata dal vento. La presenza di una folta vegetazione e di una meravigliosa scogliera fanno di questa spiaggia, a detta di molti, la più bella di tutta la Dalmazia. Paradiso dei surfisti e di chi ama la vita di mare in genere, la spiaggia è collegata al centro storico di Bol da una strada costiera spettacolare. Il centro Big Blue oltre ad affittare tavole da surf noleggia anche biciclette, kayak e organizza immersioni per vedere alcuni relitti ancora presenti nelle acque di un mare bellissimo. La cittadina, tra giugno e settembre viene altresì vivacizzata da alcuni festival come il Bol Summer Festival con concerti, spettacoli di danza e un’appendice rappresentata dal Cultural Festival Imena che richiama sul posto scrittori e artisti. Altra festa piuttosto colorata e da non perdere, per l’atmosfera tipica è quella che si svolge il cinque agosto, giorno in cui si festeggia Nostra Signora del Carmelo, patrona di Bol.

Hvar

Spostiamoci ora all’isola di Hvar. Circondata da meravigliosi campi di lavanda è forse la più modaiola e chic, sicuramente la più votata ad un turismo danaroso. Ma una incursione nella parte più a sud dell’isola, vi catapulterà su spiagge dalla bellezza mozzafiato e, soprattutto, remote.

L’interno dell’isola è costellato da piccoli villaggi abbandonati. Bellissmi palazzi in stile gotico sorgono all’interno delle mura che circondano la città di Hvar, che merita una visita, anche per le ridotte dimensioni e la facilità nel girarla. Da vedere la Cattedrale di Santo Stefano, sull’omonima piazza: edificio spettacolare rappresenta un bellissimo esempio di quello che fu il Rinascimento dalmata, il Monastero Francescano, il Monastero Benedettino e la Fortica, raggiungibile attraverso una serie di suggestive viuzze costeggiate da casette che conservano il sapore dell’antico. La Fortica non è altro che la fortezza, costruita a difesa della città, dal cui ultimo terrazzo si gode di una vista indimenticabile del porto.

Da qui raggiungiamo le isole Pakleni, un arcipelago che lascia tutti i visitatori a bocca aperta da tanto è bello. Sono ventuno isolotti ricoperti di alberi e circondati da un mare terso e cristallino come poche volte capita di vedere. La conformazione delle coste crea spettacolari lagune assai poco frequentate. Da questo paradiso sono facilmente raggiungibili le isole Stipanska e Jerolim, paradiso dei nudisti.

Hvar

 

Ed eccoci sull’isola Vis la cui storia ne ha fatto, forse, l’isola più “remota” se così possiamo dire. Fino al 1989 fu una base militare jugoslava, cosa che ne causò un quasi totale isolamento. E proprio questo isolamento ha fatto sì che l’isola conservi tutt’ora un aspetto incontaminato, un’atmosfera poco turistica e una pace silenziosa.

I due centri abitati, piccoli e graziosi sono Vis città e Komiza. Sebbene vi siano cose da vedere in entrambi i borghi le attività più appetibili sono quelle legate al mare. Da vedere assolutamente sono le spiagge nella parte sud dell’Isola, come la suggestiva Stiniva, spiaggia di ciottoli circondata da pareti rocciose e a cui si accede da un’apertura in mezzo agli scogli. Da non perdere le spiagge di Milna e Srebrna.

E siccome non siamo ancora stanchi di mare eccoci su quella che è considerata la più bella isola del Mar Adriatico, e cioè l’isola di Mljet. Qui, oltre al mare, è proprio il paesaggio a rendere il luogo un vero tesoro, preservato dal Parco Nazionale di Mljet, con una vegetazione straripante, foreste e laghi salati, tra cui il Malo Jezero e il Veliko Jezero: un’isolotto all’interno di quest’ultimo ospita un monastero del XII secolo.

Il modo più bello per girare questo parco è quello di prendere a noleggio una bici e, siccome siamo in pieno Mediterraneo, la storia ci viene incontro in ogni momento. Queste isole abitate dai greci e poi conquistate dai Romani nel 35 aC conservano vestigia di questa dominazione nel palazzo romano di Polace. Ma dalla collina di questa cittadina è ancora possibile vedere i resti di una basilica paleocristiana e di una chiesa forse del V secolo.

Questo è solo un piccolo assaggio di quanto può offrire la Croazia, una delle mete più belle e ambite del Mar Mediterraneo anche grazie alla varietà di offerte in grado di soddisfare i gusti di chi ama il mare ma anche di chi non disdegna di visitare le testimonianze storiche e culturali di questa area d’Europa.