Eppure è proprio qui che ci si trova, nella parte più meridionale della Provenza. Tappa obbligata per raggiungere l’isola è la cittadina di Hyeres, immortalata anche in alcuni film di Truffau: tipicamente provenzale, con una parte vecchia che si snoda in dedali di viuzze strette, botteghe, laboratori artigianali e ristorantini. A una decina di chilometri a sud, al molo di La Tour Fondue, parte il battello per Porquerolles. Una traversata di circa mezz’ora e si arriva in uno dei posti più belli del Mediterraneo. Il consiglio è quello di evitare quest’isola nei mesi di luglio e agosto e di recarvisi fuori stagione. Il clima consente comunque di godere appieno delle sue bellezze e la mancanza di folla permette di restare ammirati dai colori, dai profumi e dalla natura del luogo.