Facebook RSS Feed Youtube Google Plus

Vado a vivere a Miami
E-book
Isola di Creta
Isola di Rodi
Isola di Malta

Montenegro, bocche di Cattaro: alla scoperta del fiordo più bello del Mediterraneo

bocche-di-cattaro

Il Montenegro, a pochissime ore di traghetto dall’Italia, fa parte della penisola balcanica e si affaccia direttamente sull’Adriatico, nella zona del Mediterraneo Centrale. La costa montenegrina, lunga quasi 300 chilometri, si estende tra Croazia e Albania e offre meravigliose mete per le vacanze estive come, ad esempio, la zona delle Bocche di Cattaro (Boka Kotorska, in lingua montenegrina). Le Bocche di Cattaro, meraviglia naturale del Mediterraneo Centrale, hanno una particolare conformazione geologica che, unita a una varietà climatica, possiedono una fauna e flora spesso caratterizzata da specie endemiche e uniche. La bellezza di questa zona del Montenegro ha ispirato, per anni, scrittori famosi come Margherite Yourcenar, George Bernard Shaw e Lord Byron, e artisti e pensatori famosi in tutto il mondo le hanno attribuito appellativi come “La sposa del Mare Adriatico”, “La fata del Mare”, “Il golfo più bello del mondo”, “La bella bocca del Mediterraneo” e, secondo quanto dicono gli abitanti della zona, nessuno è mai stato in grado di descrivere la struggente bellezza che si presenta al visitatore quando ammira lo spettacolo naturale delle Bocche di Cattaro: ventotto chilometri di costa, il fiordo più grande del Mediterraneo. (more…)

Croazia e Dalmazia: vacanze a Sibenik e visita al Parco Nazionale del Krka

Sibenik

Sibenik o, in italiano, Sebenico, è una città di media grandezza situata nella regione geografica croata della Dalmazia settentrionale e che si affaccia sul Mar Mediterraneo. Con più di quarantamila abitanti, Sibenik, oltre a vantare i natali dello scrittore e patriota italiano Niccolò Tommaseo, è anche tra le più antiche città della Croazia e sorge all’interno di un golfo naturale che le ha permesso di costruire uno dei porti più protetti del Mar Adriatico.

Per chi viaggia in auto, raggiungere Sibenik, è agevole passando da Zadar (Zara) che dista circa ottanta chilometri da Sibenik, oppure da Split (Spalato), situata a poco meno di novanta chilometri da Sebenico. Entrambe le città sono raggiungibili dall’Italia via mare o via aereo. È inoltre possibile giungere a Sibenik anche attraverso l’autobus e partendo da diverse città vicine come Zadar, Split o Dubrovnik.

1228382774000_Marina_Sibenik_-1

La città di Sibenik, oltre ad essere meta ambita dai turisti di tutto il mondo per le spiagge dei tanti isolotti antistanti e per la sua particolare conformazione, gode anche di un invidiabile paesaggio naturale dato dal Parco Nazionale del Krka. Questo parco naturalistico è il settimo parco in ordine di importanza della verde Croazia e, essendo situato a solo una ventina di chilometri da Sibenik, è una meta obbligatoria per tutti i viaggiatori che si recano in questa parte della Dalmazia. Il parco offre la possibilità di effettuare passeggiate tra i tanti percorsi segnati, di rilassarsi in lunghi bagni in acqua dolce e di visitare alcune rovine di antiche fortezze medioevali o mulini ad acqua di età pre-industriale. Decisamente imperdibile la piccola isoletta di Visovac in cui, completamente circondato da alberi, si trova un antico monastero francescano. Il monastero è raggiungibile sia chiedendo un passaggio amichevole ad uno dei tanti barcaioli sia salendo su di una delle imbarcazioni che partono dal luogo delle incantevoli cascate di Roski Slap, una delle sette cascate che è possibile ammirare all’interno del Parco Nazionale del Krka insieme alla grande Skradinski Buk. Soggiornare direttamente all’interno del parco non è possibile ma potrete campeggiare presso l’Auto Camp Krka.

Sibenik, oltre per essere famosa per la particolare conformazione del suo golfo, vanta anche una delle cattedrali rinascimentali più importanti della Croazia, la cattedrale di San Giacomo, e riconosciuta patrimonio dell’UNESCO nel 2000. Se vi recate in visita presso questa cattedrale, non dimenticate di visitare anche i pozzi che, costruiti a fianco della struttura religiosa, sono stati per anni la fonte principale di acqua potabile per i cittadini di Sibenik e che oggi ospitano un’attrazione multimediale che permette di conoscere la storia, la vita e le bellezze di Sibenik.

Infine, per chi cerca il mare e il relax da spiaggia, la maggior parte delle spiagge di ghiaia o di roccia si trovano nei dintorni della città, ossia nelle isolette vicine; mentre, le spiagge facenti parte dell’area cittadina sono attrezzate ma per lo più di cemento e sono parte di complessi turistici. Le spiagge più inflazionate e frequentate dagli abitanti di Sibenik sono quelle di Jadrija, Solaris e Zablace.

Vacanze a Malta: visitare l’isola di Gozo

gozo

Chiunque si rechi a Malta non può fare a meno di visitare l’isola di Gozo: seconda per grandezza dell’arcipelago delle isole Calipsee e situata a pochi chilometri dall’isola di Malta. L’arcipelago delle isole Calipsee prende il nome dagli scritti di Omero il quale – nell’Odissea – riporta che sull’isola di Gozo risiedeva la ninfa Calipso, figlia del dio Atlante. Per questo motivo, ancora oggi, è possibile visitare la grotta di Calipso situata su di una spiaggia di rena rossa: Ramla Bay.

(more…)

Sardegna: vacanze a Orosei e il Canyon di Gorropu

orosei

Orosei, comune sardo di meno di settemila abitanti situato nella parte nord-orientale dell’isola della Sardegna, si affaccia sulla parte del Mar Mediterraneo che guarda la penisola italiana. Orosei, facente parte della storica regione delle Baronie, dista dalla Marina di Orosei e dal Golfo poco meno di tre chilometri e, nonostante il centro storico si sia sviluppato in età romana, Orosei porta ancora con sé le antiche vestigia di un insediamento nuragico risalente al II secolo a.C.

La modalità più comoda per raggiungere Orosei è passare per la città di Olbia: situata anch’essa sulla costa nord-orientale della Sardegna e fornita sia di un porto sia di un aeroporto internazionale. Una volta a Olbia, la soluzione più pratica è quella di muoversi tramite l’automobile e, scendendo in direzione di Nuoro e Cagliari, arrivare a Orosei in poco più di un’ora. La strada che costeggia la costa è molto suggestiva ma decisamente più tortuosa e più lunga rispetto alla strada che passa per l’entroterra. I traghetti per Olbia partono da Civitavecchia, Genova, Piombino e Livorno e si possono prenotare tranquillamente online in qualunque momento dell’anno.

IT_NU_GolfoDiOrosei2

Essendo stata fondata come luogo strategico, Orosei non si affaccia direttamente sul mare, ma le spiagge e il Golfo di Orosei non sono tanto lontani dal centro abitato che – ancora oggi – a livello architettonico presenta alcuni edifici interessanti. Oltre ai resti di alcuni nuraghi, quello di Dudurri e di Gulunie, è possibile visitare anche i resti di un antico Castello, il Castello di Pontes, e alcune strutture religiose come la Chiesa di Sant’Antonio e la Chiesa delle Anime.

Le spiagge del Golfo di Orosei sono però tra le maggiori attrazioni di questa zona del Mediterraneo e, chi si reca ad Orosei, non può fare a meno di rimanerne affascinato. Le più facili da raggiungere, anche in auto, sono le spiagge di Cala Fuili e di Bidderosa, mentre le spiagge come quelle di Cala Luna o Cala Goloritzé sono raggiungibili tramite alcuni traghetti che partono da Orosei e prevedono una sorta di mini crociera con possibile visita alla Grotta del Bue Marino. In alternativa, queste cale possono essere raggiunte anche a piedi attraverso alcuni percorsi da trekking che possono durare dalle due alle cinque ore di cammino.

Infine, per chi si reca nella zona di Orosei, non potrà fare a meno di concedersi una gita presso il vicino Canyon o Gola di Gorropu. Questo Canyon, uno dei più spettacolari d’Europa, si trova nella zona del Supramonte, un complesso montuoso di altopiani che si estende per quasi trentacinquemila chilometri nell’entroterra sardo e nelle vicinanze di Nuoro. La Gola di Gorropu, creatasi con la forza erosiva del fiume Flumineddu, oltre ad essere di una bellezza inimmaginabile è anche uno dei più profondi d’Europa e dista da Orosei meno di trenta chilometri. La Gola di Gorropu, lunga circa un chilometro e mezzo, è profonda circa cinquecento metri e, nella parte più profonda, raggiunge anche punte di larghezza minima di quattro o cinque metri. Capolavoro della natura e luogo caratterizzato da una biodiversità unica, il Canyon di Gorropu è visitabile tramite escursioni organizzate che prevedono anche la possibilità di spendere una notte sul Supramonte godendo del panorama di questo magico luogo della Sardegna e gustando prodotti tipici e locali come lo storico vino Cannonau di fronte ad un fuoco di bivacco e sotto ad un meraviglioso cielo stellato.

Andare in Vacanza a Marettimo, Isole Egadi

MARETTIMO 1

Vacanze a Marettimo: luoghi da visitare, spiagge e hotel

Marettimo, forse la più bella e interessante delle Isole Egadi, con la sua natura incontaminata che le è valsa la denominazione di Parco Marino. Ciò che meraviglia di questa isola è il paesaggio, una straordinaria mescolanza di montagna e mare dall’aspetto quasi caraibico. L’isola rappresenta il luogo ideale per ogni tipo di viaggiatore, che sia appassionato di trekking, di attività subacquee o archeologia. (more…)