Facebook RSS Feed Youtube Google Plus

Immobili e attività commerciali a Minorca
Destini Oltreconfine - Videoblog degli italiani nel mondo
eBooks Voglio Vivere Cosi

Vacanze in Slovenia: una costa piccolissima ma mete da sogno

capodistria

La Slovenia, confinante con l’Italia e la Croazia, possiede meno di cinquanta chilometri di costa affacciati sul Mar Mediterraneo ma, in così poco territorio, è possibile trovare delle mete per le vostre vacanze estive che vi permetteranno di rilassarvi e, allo stesso tempo, di godere del clima, del buon cibo e delle acque incontaminate del Mar Mediterraneo.

Il modo più pratico per chi proviene dall’Italia per raggiungere la costa slovena è quello di utilizzare la macchina e accedere al territorio sloveno direttamente dalla città di Trieste. Una volta passato il confine vi troverete nella città di Capodistria, Koper secondo la lingua locale, e, successivamente, nella cittadina di Isola, nota località marittima di pescatori che vi permetterà di abbandonarvi ad una o più giornate di mare e al buon cibo. Se invece vorrete raggiungere la costa slovena utilizzando il traghetto, potrete partire da Venezia e utilizzare uno dei diversi traghetti che effettua la tratta Venezia-Piran. (more…)

Barceloneta: da quartiere operaio di Barcellona a zona turistica

barceloneta

Era il XVIII secolo quando Jorge Próspero de Verboom, un ingegnere militare di origine olandese, venne incaricato di costruire un nuovo quartiere nell’area che è oggi conosciuta con il nome di Barceloneta. Il borgo aveva lo scopo di ricollocare gli sfollati del barri de la Ribera, il vecchio motore economico della città, dato che gran parte della sua superficie venne scelta dal sovrano Felipe V come sede di una cittadella militare.

In epoca antica e medievale la Barceloneta non esisteva e nell’istmo occupato attualmente dal quartiere si trovava un’isola sabbiosaconosciuta con il nome di Illa de Maians. La rivoluzione industriale prima e le Olimpiadi del 1992 poi, contribuirono a cambiare il volto di questo piccolo rione della capitale catalana. (more…)

Vacanze a Roma, la città eterna

colosseo-roma

La città eterna, una delle più antiche in Europa viene spesso definita come “capitale di due stati”, visto che dall’ VIII secolo è l’unica città al mondo ad includere tra le sue antiche mura il piccolo stato del Vaticano. Secondo l’antica mitologia, Roma venne fondata il 21 aprile del 753 a.C. da Romolo (uno dei due gemelli allattati dalla famosa “lupa”, che uccise il fratello Remo dopo un duro confronto), ma questa famosa leggenda deve fare i conti con una più antica, secondo la quale Enea, arrivato in Italia dopo essere scappato da Troia, fondò la dinastia Claudia-Giulia. Considerata come una delle culle della civiltà occidentale, Roma è stata, nei secoli, capitale dei Regni di Roma (l’ Età Regia, in cui si sono succeduti i famosi 7 Re), della Repubblica Romana (dal 510 a.C., governata dal Senato) e dell’Impero Romano (l’Età degli Imperatori, dal 27 a.C.). Nel 1871 divenne capitale del Regno d’ Italia e, nel 1946 della Repubblica Italiana. (more…)

Corsica da visitare e scoprire

CORSICA AAA

Quarta isola del Mediterraneo dopo Sicilia, Sardegna e Cipro, la Corsica si pone nel Mediterraneo come linea di confine tra la parte occidentale (del Mar Tirreno) e l’orientale (del Mar Ligure). Riconosciuta da sempre per la grande bellezza naturalistica (veniva chiamata Kalliste – la più bella – dai Greci, ed oggi “l’Île de Beauté“, ovvero “l’isola della bellezza”), l’isola ha saputo mantenere le proprie coste protette dall’abuso edilizio sopportato da altre isole mediterranee, preservandone intatte flora e fauna ed arrivando a definire ben 1/3 del proprio territorio come Parco Naturale (habitat di specie rare e peculiari dell’isola, come il muflone còrso, il gabbiano còrso, l’avvoltoio degli agnelli, l’aquila reale ed il falco pescatore). (more…)

Visitare Venezia, la città sull’acqua

venezia-san-marco

Venezia, la Regina dell’Adriatico, città dei canali e dei ponti, è stata fondata – secondo gli storici – da popolazioni residenti nei vicini comuni, scappate alle incursioni di Germani ed Unni.

Tradizionalmente l’origine di Venezia si fa risalire alla fondazione della Chiesa di San Girolamo, il 25 marzo del 421.

A partire dal VI secolo Bizantini e Longobardi si contesero i territori veneziani, fino a raggiungere un accordo che prevedeva una Venezia Marittima (bizantina) ed una “peninsulare”, appartenente ai territori longobardi. La Venezia Marittima – grazie soprattutto all’intraprendeza dei commercianti che la abitavano, ed alla loro voglia di indipendenza – crebbe di importanza, fino ad arrivare ad un’importante alleanza con Il Sacro Romano Impero, che consentì un maggiore e sempre più proficuo commercio con i paesi del Mediterraneo Orientale. Grande fu lo splendore veneziano fino alla metà del Cinquecento, quando le nuove scoperte geografiche spostarono i traffici commerciali verso l’Atlantico e le nuove terre. La cessione di Venezia all’Austria, per parte di Napoleone, diede inizio ad un lungo periodo di lotte per l’indipendenza, terminate con l’annessione di Venezia al Regno d’ Italia nel 1866.

VENEZIA

Tradizionalmente la città si divide in 6 quartieri (chiamati “sestiere”, dalle divisioni interne degli accampamenti romani): Cannareggio, Castello, Dorsoduro, San Marco, San Polo e Santa Croce.

Ognuno di questi quartieri porta con sé un pezzo di storia della città: Cannareggio è famoso per essere il sestiere in cui si trova il Ghetto di Venezia, di cui sono ancora visibili i cardini che chiudevano le porte del ghetto durante la notte; Castello per l’Arsenale militare, la Basilica dei Santi Giovanni e Paolo ed i Giardini della Biennale; Dorsoduro è il più ricco di monumenti e musei dopo San Marco: dalla Galleria dell’Accademia, alla Collezione Peggy Guggenheim, Palazzo Venier dei Leoni, il Museo Settecentesco. San Marco è il vero fulcro vitale della città: qui si trovano (a parte la Piazza con il Palazzo Ducale e la Basilica) la Torre dell’Orologio, il Ponte dei Sospiri, il Teatro La Fenice, Palazzo Grassi; nel sestiere di San Polo – il più grande dopo San Marco – si trova la zona di Rialto, con il famoso ponte, il tradizionale mercato e la chiesa più antica di Venezia: San Giacomo di Rialto, risalente al VI secolo; Santa Croce, infine, è il sestiere più piccolo della città e meno ricca di monumenti, ma dove è possibile passeggiare per calli e campi tipici veneziani.

Venezia è indubbiamente una delle principali destinazioni turistiche europee e mondiali (la 25a a livello mondiale): celebrata per la storia, l’architettura e l’atmosfera roamntica che vi si respira. Moltissime sono le attrattive della città oltre i monumenti ed i musei: il carnevale, la Biennale, il Festival del Cinema… oltre al tradizionale tour in gondola, i tipici mercati, le piccole calli. Visitare Venezia, affittando un appartamento con Gowithoh, vuol dire immergersi in una città ricca di cultura, storia, eleganza e fascino d’altri tempi, una città unica e sempre sorprendente.

Croazia e Dalmazia: vacanze a Sibenik e visita al Parco Nazionale del Krka

Sibenik

Sibenik o, in italiano, Sebenico, è una città di media grandezza situata nella regione geografica croata della Dalmazia settentrionale e che si affaccia sul Mar Mediterraneo. Con più di quarantamila abitanti, Sibenik, oltre a vantare i natali dello scrittore e patriota italiano Niccolò Tommaseo, è anche tra le più antiche città della Croazia e sorge all’interno di un golfo naturale che le ha permesso di costruire uno dei porti più protetti del Mar Adriatico.

Per chi viaggia in auto, raggiungere Sibenik, è agevole passando da Zadar (Zara) che dista circa ottanta chilometri da Sibenik, oppure da Split (Spalato), situata a poco meno di novanta chilometri da Sebenico. Entrambe le città sono raggiungibili dall’Italia via mare o via aereo. È inoltre possibile giungere a Sibenik anche attraverso l’autobus e partendo da diverse città vicine come Zadar, Split o Dubrovnik.

1228382774000_Marina_Sibenik_-1

La città di Sibenik, oltre ad essere meta ambita dai turisti di tutto il mondo per le spiagge dei tanti isolotti antistanti e per la sua particolare conformazione, gode anche di un invidiabile paesaggio naturale dato dal Parco Nazionale del Krka. Questo parco naturalistico è il settimo parco in ordine di importanza della verde Croazia e, essendo situato a solo una ventina di chilometri da Sibenik, è una meta obbligatoria per tutti i viaggiatori che si recano in questa parte della Dalmazia. Il parco offre la possibilità di effettuare passeggiate tra i tanti percorsi segnati, di rilassarsi in lunghi bagni in acqua dolce e di visitare alcune rovine di antiche fortezze medioevali o mulini ad acqua di età pre-industriale. Decisamente imperdibile la piccola isoletta di Visovac in cui, completamente circondato da alberi, si trova un antico monastero francescano. Il monastero è raggiungibile sia chiedendo un passaggio amichevole ad uno dei tanti barcaioli sia salendo su di una delle imbarcazioni che partono dal luogo delle incantevoli cascate di Roski Slap, una delle sette cascate che è possibile ammirare all’interno del Parco Nazionale del Krka insieme alla grande Skradinski Buk. Soggiornare direttamente all’interno del parco non è possibile ma potrete campeggiare presso l’Auto Camp Krka.

Sibenik, oltre per essere famosa per la particolare conformazione del suo golfo, vanta anche una delle cattedrali rinascimentali più importanti della Croazia, la cattedrale di San Giacomo, e riconosciuta patrimonio dell’UNESCO nel 2000. Se vi recate in visita presso questa cattedrale, non dimenticate di visitare anche i pozzi che, costruiti a fianco della struttura religiosa, sono stati per anni la fonte principale di acqua potabile per i cittadini di Sibenik e che oggi ospitano un’attrazione multimediale che permette di conoscere la storia, la vita e le bellezze di Sibenik.

Infine, per chi cerca il mare e il relax da spiaggia, la maggior parte delle spiagge di ghiaia o di roccia si trovano nei dintorni della città, ossia nelle isolette vicine; mentre, le spiagge facenti parte dell’area cittadina sono attrezzate ma per lo più di cemento e sono parte di complessi turistici. Le spiagge più inflazionate e frequentate dagli abitanti di Sibenik sono quelle di Jadrija, Solaris e Zablace.

Spagna, Costa del Sol: vacanze a Nerja

nerja

Nerja, situata nel “profondo sud” spagnolo, né troppo grande né troppo piccola, è una cittadina andalusa perfetta per tutti i visitatori che si recano in vacanza nella provincia di Malaga, rinomata città spagnola dell’Andalusia. Nerja, nota soprattutto per la “Grotta di Nerja”, scoperta nel 1959 e famosa per i suoi due chilometri di grotte e cunicoli, è una meta interessante sia dal punto di vista naturalistico e paesaggistico sia dal punto di vista architettonico e culturale. (more…)

Sardegna: vacanze a Orosei e il Canyon di Gorropu

orosei

Orosei, comune sardo di meno di settemila abitanti situato nella parte nord-orientale dell’isola della Sardegna, si affaccia sulla parte del Mar Mediterraneo che guarda la penisola italiana. Orosei, facente parte della storica regione delle Baronie, dista dalla Marina di Orosei e dal Golfo poco meno di tre chilometri e, nonostante il centro storico si sia sviluppato in età romana, Orosei porta ancora con sé le antiche vestigia di un insediamento nuragico risalente al II secolo a.C.

La modalità più comoda per raggiungere Orosei è passare per la città di Olbia: situata anch’essa sulla costa nord-orientale della Sardegna e fornita sia di un porto sia di un aeroporto internazionale. Una volta a Olbia, la soluzione più pratica è quella di muoversi tramite l’automobile e, scendendo in direzione di Nuoro e Cagliari, arrivare a Orosei in poco più di un’ora. La strada che costeggia la costa è molto suggestiva ma decisamente più tortuosa e più lunga rispetto alla strada che passa per l’entroterra. I traghetti per Olbia partono da Civitavecchia, Genova, Piombino e Livorno e si possono prenotare tranquillamente online in qualunque momento dell’anno.

IT_NU_GolfoDiOrosei2

Essendo stata fondata come luogo strategico, Orosei non si affaccia direttamente sul mare, ma le spiagge e il Golfo di Orosei non sono tanto lontani dal centro abitato che – ancora oggi – a livello architettonico presenta alcuni edifici interessanti. Oltre ai resti di alcuni nuraghi, quello di Dudurri e di Gulunie, è possibile visitare anche i resti di un antico Castello, il Castello di Pontes, e alcune strutture religiose come la Chiesa di Sant’Antonio e la Chiesa delle Anime.

Le spiagge del Golfo di Orosei sono però tra le maggiori attrazioni di questa zona del Mediterraneo e, chi si reca ad Orosei, non può fare a meno di rimanerne affascinato. Le più facili da raggiungere, anche in auto, sono le spiagge di Cala Fuili e di Bidderosa, mentre le spiagge come quelle di Cala Luna o Cala Goloritzé sono raggiungibili tramite alcuni traghetti che partono da Orosei e prevedono una sorta di mini crociera con possibile visita alla Grotta del Bue Marino. In alternativa, queste cale possono essere raggiunte anche a piedi attraverso alcuni percorsi da trekking che possono durare dalle due alle cinque ore di cammino.

Infine, per chi si reca nella zona di Orosei, non potrà fare a meno di concedersi una gita presso il vicino Canyon o Gola di Gorropu. Questo Canyon, uno dei più spettacolari d’Europa, si trova nella zona del Supramonte, un complesso montuoso di altopiani che si estende per quasi trentacinquemila chilometri nell’entroterra sardo e nelle vicinanze di Nuoro. La Gola di Gorropu, creatasi con la forza erosiva del fiume Flumineddu, oltre ad essere di una bellezza inimmaginabile è anche uno dei più profondi d’Europa e dista da Orosei meno di trenta chilometri. La Gola di Gorropu, lunga circa un chilometro e mezzo, è profonda circa cinquecento metri e, nella parte più profonda, raggiunge anche punte di larghezza minima di quattro o cinque metri. Capolavoro della natura e luogo caratterizzato da una biodiversità unica, il Canyon di Gorropu è visitabile tramite escursioni organizzate che prevedono anche la possibilità di spendere una notte sul Supramonte godendo del panorama di questo magico luogo della Sardegna e gustando prodotti tipici e locali come lo storico vino Cannonau di fronte ad un fuoco di bivacco e sotto ad un meraviglioso cielo stellato.

Costa Brava: visitare Cadaques, la città degli artisti

cadaques

Cadaques, nota località situata nella parte continentale della Spagna, all’interno della Costa Brava, si trova nella provincia di Girona e dista pochi chilometri dalla famosa località di Figueres, paese natale del pittore Salvador Dalì. Cadaques è stata negli anni ritrovo di artisti e intellettuali quali, per l’appunto, Dalì, Picasso, Garcia Lorca e Mirò e, nonostante fosse originariamente un villaggio di pescatori, Cadaques è un luogo incantevole, protetto da una baia piuttosto isolata, immerso nella natura della Costa Brava, e che conserva tutt’oggi una dualità spartana e allo stesso tempo sofisticata e snob. (more…)

Vacanze sull’isola di Favignana: le cose da sapere e i siti utili su Favignana

FAVIGNANA 1

Andare in vacanza a Favignana: tutte le informazioni utili su Favignana

Favignana

Siamo a poche miglia da Trapani, sulla maggiore delle Isole Egadi. Un’isola il cui nome, pare derivare da “favonio” un vento proveniente da ovest, ma che, nell’antichità fu chiamata Gillia, Aegusa e Aponiana. Ha un’estensione di circa 20 kmq e, per la sua caratteristica forma, viene definita come “la farfalla sul mare”. (more…)