Facebook RSS Feed Youtube Google Plus

Voglio Vivere Così Magazine
Guida lavoro per l'estero
Minorca, il mio rifugio
Isola di Creta
Isola di Rodi
Isola di Malta

Mediterraneo Centrale

Cefalù: la perla nera del mediterraneo

in vacanza in sicilia

Cefalù piccola cittadina a metà strada tra Palermo e Messina, sorge ai piedi un promontorio roccioso ed è conosciuta per le sue meraviglie naturaliste e archeologiche. Considerata uno tra i più bei borghi d’Italia, è stata soprannominata la Perla nera del mediterraneo per le sue acque cristalline. Affascinante sia in questo periodo, anche se sovraffollata che fuori stagione, la città conserva ancora i segni del passato, come la Cattedrale normanna abbellita dagli eccezionali mosaici bizantini.

Il centro storico è caratterizzato da intricate strade e vicoli stretti, tipici dell’architettura prettamente araba, come anche alcuni piccoli resti archeologici, come il lavatoio ricavato direttamente dalla roccia.

Il Duomo è avvolto da un’affascinante leggenda: Ruggero II dopo essere scampato a una brutta tempesta, volle edificare l’edificio religioso proprio in prossimità della costa. L’imponente Cattedrale è in tipico stile normanno, con due torri che si ergono verso l’alto, un ernome portone di marmo bianco e all’interno splendidi mosaici bizantini ancora perfettamente intatti.

Il lido di Cefalù si trova immediatamente sotto il paese pertanto è facilmente raggiungibile. Famosa per le sue acque cristalline e la sabbia dorata, è perfetta per famiglie e ragazzi, perché presenta sia zone libere sia attrezzate con stabilimenti. La ricca diversità del litorale consente di scegliere la tipologia di spiaggia che più si avvicina alle nostre esigenze, come la rocciosa Spiaggia Caldura, o la sabbiosa Salinelle, o la spiaggia ciottoli di Capo Playa.

Al calar del sole si scatena la vita notturna a partire da ricchi aperitivi musicali, ristorantini spettacolari sul lungomare, dove è possibile assaporare sia la cucina palermitana che messinese.

La città può essere raggiunta attraverso diversi mezzi di trasporto. Chi vuole raggiungere la costa nord-orientale della Sicilia via mare può scegliete uno dei tanti Traghetti per la Sicilia che vi condurranno presso lo scalo portuale di Palermo, successivamente percorrete 80 km sull’autostrada A20 in direzione Messina e in un’ora e mezza sarete a destinazione. Per i più pigri e amanti delle comodità basterà prendere un aereo per l’aeroporto di Palermo e noleggiare un’auto.

La perla nera vi aspetta!

Visitare la riviera romagnola in inverno

rimini e riccione

La riviera romagnola, meta estiva di numerosi turisti italiani e stranieri, è la destinazione ideale anche per un viaggio low cost di qualche giorno nel periodo invernale. Numerose sono infatti le città della riviera che vantano un’offerta al pubblico ricca e variega, che spazia dal divertimento alla cultura,dalla storia all’architettura, senza dimenticare mai l’aspetto gastronomico, che fa da sfondo al relax tipico di una vacanza. Si perché tra le tante offerte che la riviera romagnola offre ci sono anche i tour enogastronomici, dove a fare da padrona è la Piadina romagnola conosciuta e apprezzata in Italia come in Europa per essere tanto semplice quanto buona. Per poter godere quindi dell’ampia offerta turistica che la riviera romagnola offre anche durante la stagione invernale basterà prenotare l’hotel migliore per le proprie esigenze su hotelriccione.travel e prepararsi per vivere una riviera romagnola inedita.

LE ATTRAZIONI INVERNALI

Se è vero che il mare, le spiagge e i parchi acquatici costituiscono i luoghi maggiormente frequentati nella riviera durante la stagione estiva, è vero anche che il clima non eccessivamente freddo dei mesi di febbraio e dicembre ben si prestano a fare da cornice ad un viaggio alla scoperta di una riviera romagnola invernale. Tante le attrazioni che possono essere visitate durante i mesi che precedono la primavera, a cominciare dai numerosi parchi a tema/musei dislocati sul territorio: per citarne alcuni basta pensare al famosissimo Acquario di Cattolica o Mirabilandia, al Museo dell’Aviazione e all’Italia in Miniatura passando per la Casa delle farfalle & co; parliamo di attrazioni che possono essere visitate in solitario o in coppia, ma anche e soprattutto con la propria famiglia. Per gli appassionati della cultura e della storia invece, particolarmente indicati sono gli itinerari che si perdono nella scoperta ( o per meglio dire ri-scoperta) degli antichi borghi medievali, ancora oggi popolati e attivi sul territorio. Luoghi dal fascino intrigante, dove la modernità ha saputo fondersi e confondersi con il passato, aggiungendo fascino a quanto già di meraviglioso avevano potuto creare i nostri predecessori.  Tra i numerosi borghi e tra le imponenti rocche disseminati per tutto il territorio della romagnola, assolutamente da visitare è il castello di Dozza Imolese: si tratta di quello che viene considerato il borgo più caratteristico dell’Appennino tosco-emiliano. A rendere cosi famoso questo borgo sono stati i numerosi murales, disegni dai colori vivaci e dalle variegate raffigurazioni, che nel tempo sono stati lasciati sulle mura della città da vari artisti che nel tempo sono circolati per Dozza.  Tra le numerose rocche da visitare spunta invece il nome di Montefiori Conca, che è forse la più importante tra le rocche del dominio della famiglia dei Malatesta sul territorio; senza dimenticare la rocca di San Leo, quella del Verrucchio e quella di Santarcangelo di Romagna. La lista sarebbe ovviamente ancora più lunga e i luoghi da visitare molti di più: quello che bisogna fare è quindi scegliere il percorso turistico che meglio si preferisce, soprattutto in base a dove si alberga e alla capacità degli spostamenti. Non ci sarà luogo della riviera romagnola che vi lascerà delusi, anche se si viaggia in inverno.

Il Parco Ecologico San Jachiddu

messina parco sicilia

Un’associazione di Messina, gestisce il Parco ecologico San Jachiddu

Il parco si estende per 15 ettari con annesso un forte Umbertino del 1890 che domina con panorami suggestivi tutto lo stretto di Messina. Dal parco si diramano diversi sentieri naturalistici che attraversano i monti Peloritani della città di Messina, offrendo costantemente bellissimi squarci di panorama sul mare e la calabria.
Il parco è alla ricerca di volontari disposti a dare una mano nelle mansioni giornaliere in cambio di alloggio in una casa all’interno del parco; le mansioni saranno: pulizia dei sentieri, della casa, cura degli animali e dell’orto.  Un bel modo per vivere la cultura Siciliana, e vivere in questo bellissimo posto.

Date un’occhiata alla loro pagina:

https://m.facebook.com/parcoecologicosanjachiddu/

Vacanze in Sardegna: i punti di forza del turismo sardo

vacanze in sardegna

Vacanze in Sardegna: i punti di forza del turismo sardo

Trascorrere le vacanze in Sardegna è senza dubbio un’esperienza splendida, d’altronde il grande blasone turistico di quest’isola è noto anche all’estero, e non ha alcun bisogno di presentazioni. (more…)

La Pelosa, il segreto più prezioso di Stintino

la pelosa

La Pelosa, il segreto più prezioso di Stintino

Se non fosse per il profumo inebriante dei ginepri e per il verde intenso della macchia mediterranea, sembrerebbe di essere arrivati ai Caraibi. In realtà ci troviamo in uno dei gioielli sardi, ancora nascosti, forse, al turismo di massa,e per questo molto molto amato dai locali. (more…)

Le mete low cost nel Mediterraneo

vacanze low-cost

Vacanze low-cost: le mete ideali sul Mediterraneo

Il Mediterraneo è sempre stata una destinazione molto richiesta dal punto di vista turistico soprattutto dai viaggiatori provenienti dal Nord e Centro Europa. Dai dati di arrivi e presenze si nota però che da alcuni anni i turisti tedeschi hanno abbandonato i litorali italiani ed hanno scoperto nuove mete dove trascorrere le loro vacanze estive, altrettanto belle, ma a costi molto ma molto più contenuti. Le nuove destinazioni affacciate sul Mare Adriatico si trovano in Slovenia, nel Montenegro ed addirittura fino in Albania. Qui ci sono località balneari bene attrezzate e ricche di servizi turistici, ma anche calette semideserte e acque cristalline. E il tutto a prezzi estremamente moderati. A differenza delle note spiaggie italiane, come ad esempio quelle sarde, che sono raggiungibili spesso dai costosi traghetti per la Sardegna, tali nuove destinazioni costano molto meno sia per raggiungerle che per il soggiorno. Sono tante le spiagge libere, ma anche quelle attrezzate possono costare un massimo di 12 euro al giorno per due lettini e un ombrellone. Non come i prezzi che abbiamo noi in Sardegna! (more…)

10 ragioni per decidere di trasferirsi a vivere a Creta

creta

Creta: le 10 ragioni per andarci a vivere

Creta è un’isola meravigliosa. Adagiata nel Mar Mediterraneo, è una delle isole più grandi della Grecia, oltre che dell’intero Mediterraneo, e si trova nella parte sud degli arcipelaghi della Grecia. (more…)

Una laguna tra Grado e Lignano

laguna

Una laguna tra Grado e Lignano

Tra le aree turistiche dell’Italia settentrionale troviamo dei veri e propri gioielli naturali. In particolare, nella zona dell’Alto Adriatico, famosa per la spettacolare Laguna di Venezia, sorprende la bellezza di luoghi come Grado, Lignano e la laguna che li separa. (more…)

Magica Creta: le rosee spiagge cretesi

isola di creta

L’isola di Creta e le sue magiche spiagge rosa

Cultura e natura sono i due capisaldi dell’isola di Creta, culla della civiltà più antica d’ Europa, quella Minoica (2700-1200 a.c.), e patria del grande pittore Dominikos Theotokopoulos, noto come “El Greco”. (more…)

Le bellezze di Pisa

pisa

Pisa e le sue bellezze

La città toscana  di Pisa offre molto più che “la torre inclinata”: le sue splendide piazze sono spesso meno note, ma non per questo prive di un’atmosfera unica. (more…)